Le discipline olistiche e le filosofie orientali hanno preso sempre più piede nel corso dei secoli anche in occidente. Il tantra è forse una delle più famose e continua a raccogliere adepti in tutto il mondo. Ma cos’è e perché ha avuto e continua ad avere un seguito così elevato di persone? Quali sono i suoi reali benefici? Vediamolo insieme.

 

Tantra: fra filosofia ed esoterismo

La parola tantra, che deriva dall’antica lingua sanscrita, può essere tradotta con “telaio” o “ordito” ma presenta anche molte accezioni fra cui “principio, essenza, dottrina e tecnica”. Quello che si vuole esprimere con questo termine dunque non è una semplice parola ma un concetto molto più ampio e complesso.

La filosofia tantrica punta al raggiungimento di una più ampia consapevolezza di sé stessi allontanandosi ed abbandonando i propri limiti. “Per poter percepire meglio noi stessi, dobbiamo liberarci delle nostre catene, dei nostri pregiudizi, delle nostre ansie tramite meditazioni, massaggi e la stimolazione dei chakra” questi sono essenzialmente i principi cardine del tantra.

Strettamente correlato a questo pensiero vi è la pratica del massaggio tantrico, già molto diffusa in occidente, che si ritiene essere in grado di regalare a chi la subisce un reale stato di rilassamento, sia fisico ma anche e soprattutto mentale.

 

Il tantra nella vita di coppia

Una delle ragioni per cui il tantra è diventato così popolare, principalmente fra gli anni 70 e 90, è da imputarsi ad una dichiarazione rilasciata dal famoso cantane Sting, nella quale asseriva che grazie al massaggio tantrico era in grado di fare l’amore con sua moglie per ben 7 ore di fila. Anche se a distanza di anni la pop star ha ridimensionato drasticamente quei numeri, l’ interesse popolare per questa pratica orientale ha continuato a crescere.

I massaggi tantra di coppia sono ad oggi ancora molto gettonati e sembra che essi siano in grado di migliorare notevolmente il rapporto col partner. Con la giusta preparazione ed una buona dose di esercizio psicofisico è infatti possibile cambiare il modo di percepire il rapporto sessuale facendolo  evolvere in un vero e proprio connubio di spirito e carne.

Le tecniche per eseguire un massaggio sono molte, la più famosa è forse la Kundalini, ma il procedimento di base è sempre lo stesso e si può riassumere in 3 fasi principali:

  1. Preparazione: prima di procedere al massaggio è fondamentale meditare e creare l’ambiente giusto. Luci soffuse, temperatura confortevole, incensi ed oli essenziali sono tutto quello che serve;
  2. Massaggio: Non c’è bisogno di essere esperti massaggiatori per eseguire un buon massaggio tantrico. Quello che conta è sapere quali punti stimolare (i cosiddetti chakra), ma soprattutto ascoltare il respiro del partner ed agire secondo i suoi movimenti;
  3. Confronto: L’ultima fase prevede un dialogo rilassato fra le due parti, magari accompagnato da una buona tazza di tè. Entrambi dovranno dire cosa hanno provato, quali sensazioni hanno cercato di trasmettere all’altro e quali hanno ricevuto, solo così è possibile raggiungere una maggiore consapevolezza.

 

Libri sul tantra: cosa leggere

Esistono moltissimi libri sul tantra che trattano l’argomento in maniera approfondita e dettagliata. Fra i testi dedicati alle coppie ad esempio è impossibile non citare “Tantra” e “Tantra per Due” di Elmar Zadra e Michaela Zadra, due coniugi ligi alla disciplina orientale, che spiegano a mogli e mariti come mantenere viva la fiamma della passione nel corso degli anni.

Leggendo invece “Il massaggio tantrico” di Stefano Paggini o “Massaggio Tantra” di Kalashatra Govinda, si possono apprendere le tecniche di massaggio più rilassanti, con particolare enfasi sui chakra ed i loro collegamenti.