Ma l’ influenza quanto dura quest’ anno? Domanda che praticamente ogni autunno-inverno assilla i più germofobi, ma anche color che devono gestire impegni improrogabili e non vogliono farsi sorprendere dai mali di stagione. Gli esperti ci dicono come prepararci ad affrontarla nel 2018, con stime, accorgimenti e tempistiche!

Conoscere l’influenza per limitarne la durata

Prima di addentrarci nella stagionalità dell’ influenza è necessario capire come essa lavora, tramite quali vie si diffonde e quali sono le caratteristiche che la contraddistinguono.

Iniziamo col dire che questa malattia, provocata da virus differenti quasi ogni anno, è altamente contagiosa a causa del suo metodo di diffusione. Essa passa da un soggetto all’ altro grazie al contatto con muco infetto, goccioline di saliva trasportate da tosse, starnuti o anche solo dal respiro.

Gli esperti consigliano dunque di lavarsi frequentemente le mani e proteggersi, laddove possibile, con sciarpe, vestiti caldi e berrette, evitando possibilmente il contatto diretto con chi è già malato.

La durata dell’ influenza è variabile ma generalmente si esaurisce nel giro di 3 giorni fino ad un massimo di una settimana salvo ovvie complicazioni o deficit di cure. Per parlare di vera influenza però è necessario che siano presenti tutti e 3 i sintomi che la contraddistinguono ovvero: febbre oltre i 38, tosse e congestione delle vie respiratorie.

Nel 2018-2019 quanto dura l’ influenza?

Stando ai dati raccolti quest’ anno l’epidemia di influenza è già in atto e si protrarrà fino a Febbraio colpendo all’ incirca 5 milioni di italiani. Si stima che l’ intensità sarà dunque media, ma non va comunque sottovalutata e potrà subire ulteriori variazioni a seconda del clima.

Il ceppo che quest’ anno ci metterà a letto è stato identificato nell’ l’AHN1 e il virus B. I medici consigliano dunque di ricorrere al vaccino antinfluenzale, gratuito e fortemente raccomandato per i soggetti più a rischio, in particolare per gli over 65 e coloro che soffrono di disturbi respiratori.