Lo sport è un aspetto fondamentale che dovrebbe avere un ruolo primario nella vita di ogni uno di noi. Cominciare fin da piccoli a praticare qualche attività sportiva diviene quindi il miglior modo per sviluppare e mantenere il proprio corpo in salute. Ma cosa consigliano i pediatri per aiutare i nostri figli ad avvicinarsi in maniera corretta a questo mondo?

Solitamente il primo sport a cui si avvicinano i nostri ragazzi è il calcio. Essendo lo sport nazionale e costantemente presente in ogni dove, è anche abbastanza normale che attiri così tanti ragazzini. Ma secondo i pediatri, prima di far provare loro questa esperienza sarebbe meglio spingerli a provare attività che stimolino la percezione dello spazio intorno a sè come ad esempio il nuoto, lo sport più completo di tutti e sopratutto molto utile per delineare la muscolatura e la postura.

Naturalmente se vostro figlio non dimostra interesse in questo particolare sport è del tutto inutile sforzarlo, finirebbe solo per odiare qualunque altra disciplina sportiva e si allontanerebbe definitivamente da questo mondo. Assecondate sempre, quando è ovviamente possibile, i suoi desideri e consigliatelo al meglio. Quando sarà in età scolare invece gli sport di squadra aiuteranno il ragazzo ad apprendere i comportamenti sociali, a cooperare coi compagni per arrivare ad un obiettivo comune eccetera.

Un fattore importante che ogni genitore dovrebbe tenere in considerazione è l’idoneità medica del proprio figlio ad attività fisiche. Esiste una legge molto efficace, integrata da regolamenti regionali che, oltre al medico dello sport, assegna anche al pediatra di famiglia e al medico di base il compito di rilasciare il certificato non agonistico. E’ invece compito esclusivo del medico dello sport rilasciare la certificazione agonistica.