Come tutti saprete il nostro cervello è un’ organo unico che ci distingue dalle altre specie animali che abitano la terra. Esistono solo poche creature con un cervello sviluppato e complesso quasi quanto il nostro, ma l’essere umano da questo punto di vista, rimane la specie dominante.  Noi non abbiamo artigli, ne zanne, ne velocità o forza, ma abbiamo l’intelligenza e la capacità di ragionamento, che uniti alla percezione fanno del nostro cervello un’ arma davvero unica.

Sappiamo che il cervello è diviso in due emisferi, sinistro e destro, i quali pur essendo collegati adempiono a funzioni completamente differenti. L’emisfero sinistro è infatti quello che si occupa della parte analitica, regola la capacità di lettura, scrittura, deduzione logica e calcolo. L’emisfero destro invece ha il compito di percepire il mondo e gli stimoli esterni attraverso i sentimenti, l’immaginazione e la creatività.

Bisogna premettere che pur essendo apparentemente così diversi, nessuno dei due emisferi potrebbe esistere senza l’altro, poichè essi sono interconnessi e ci danno una visione completa del mondo che ci circonda. A seconda di quello che stiamo facendo però un emisfero può essere definito dominante sull’altro. Se diamo inizio ad una conversazione, se dobbiamo risolvere un problema, scrivere o ragionare, sarà l’emisfero sinistro a dominare. Viceversa se stiamo disegnando, immaginando, provando dei sentimenti, allora l’emisfero dominante sarà il destro.

Ciò non significa che l’uno sia più importante dell’altro, poichè essi lavorano costantemente insieme. Questa particolare caratteristica del nostro cervello ci ha permesso di evolverci ed arrivare ad essere quello che siamo oggi. Il cervello umano è una macchina meravigliosa che in parte è ancora un mistero visto che abbiamo scalfito a malapena la superficie delle sue capacità. Se utilizzando solo il 10% siamo arrivati a questo…cosa succederà quando impareremo ad avere il pieno controllo delle nostre facoltà mentali?