Correre al mattino è una delle attività più amate da chi partica sport. Navigando in rete però se ne leggono di tutti i colori e spesso alcune informazioni errate vengono date di proposito per agevolare la vendita di prodotti del tutto superflui. In questo articolo troverai i consigli dell’esperto che ti aiuteranno a vivere la corsa mattutina in maniera ottimale.

 

Quando correre? Mattina o Sera?

Sul web alcuni asseriscono che correre al mattino presto faccia male, induca allo stress e altre discutibili opinioni del tutto prove di fondamento scientifico. In verità se si rispettano alcuni dettami di base, la corsa mattutina può avere moltissimi effetti benefici.

Partiamo col dire che molte persone scelgono di correre la mattina più per motivi di tempo visto che spesso hanno una giornata lavorativa veramente lunga. L’orario però è anche ideale in termini climatici, soprattutto d’ estate, poiché l’aria è sicuramente più pulita.

Una bella corsa appena svegli inoltre attiva il metabolismo e lo mantiene alto per tutto il giorno, in più offre agli atleti una maggior reattività in fase di preparazione per le gare competitive.

 

Conviene fare colazione prima di correre?

Una delle controversie più dibattute in rete è se sia meglio correre a stomaco vuoto o pieno. Alcuni dicono che correre a stomaco vuoto causi l’innalzamento di ormoni come il cortisolo e l’adrenalina, cosa falsa visto che l’essere a digiuno non influisce minimamente sulle prestazioni durante la corsa, perfino i maratoneti più famosi si allenano a stomaco vuoto!

La scelta se fare o meno colazione dunque è a discrezione dell’ atleta ma, qualora si decida di mangiare è meglio optare per qualcosa di molto leggero. Tendenzialmente sarebbe più opportuno correre a stomaco vuoto a patto che la sera prima si sia fatta una cena equilibrata con la presenza di carboidrati.

È invece caldamente consigliato fare colazione dopo l’attività fisica con proteine e zuccheri per ripristinare la struttura muscolare.

 

Riscaldamento un passaggio fondamentale

Un altro punto importante che ogni atleta deve tenere presente è il riscaldamento. Se si decide di correre la mattina è assolutamente necessario allungare i tempi di riscaldamento abituali di almeno 10 minuti, per consentire al corpo di riprendersi dallo stato di riposo. Lo stretching ed il riscaldamento dei muscoli sono ciò che vi evita crampi e il doloroso affaticamento muscolare, non scordarlo.