cialde-compatibili-dolce-gusto

Cialde compatibile Dolce Gusto: il giusto alleato per il vostro inverno!

Siamo da poco entrati in Autunno e ci apprestiamo pian piano ad accogliere l’Inverno, il primo freddo inizia a farsi sentire, quindi cosa meglio di una grande tazza colorata con qualche bevanda calda al suo interno, da poter stringere tra le mani per riscaldare il nostro corpo?

 

Che voi siate a casa o in ufficio, gustare una buona bevanda calda, per riscaldarsi nelle mattinate o pomeriggi autunnali, non è mai stato così facile ed appagante grazie all’utilizzo delle cialde compatibili Dolce Gusto!

 

Queste cialde ti permetteranno di godere del fantastico sistema sviluppato da Nescafè, grazie al quale ogni singola bevanda sarà caratterizzata da un sapore deciso e intenso.

 

E’ possibile acquistare le cialde compatibili Dolce Gusto  nei vari e-commerce online, risparmiando in termini di denaro, nelle varie confezioni disponibili: sacchetto da 96 cialde, quello da 192 per arrivare a quello da 384 ideale per coloro che fanno abbondante uso di queste cialde.

 

Tra i vari solubili compatibili Dolce Gusto presenti in commercio, possiamo trovare:

 

  • Cialde Dolce Gusto “Cioccolato”: una bevanda dolce che ti regalerà una carica d’energia sorprendente!

 

  • Cialde Dolce Gusto “Ginseng”: caffè con all’interno il miglior estratto di Ginseng che regalerà un aroma delicato per i palati più esigenti!

 

  • Cialde Dolce Gusto “Orzo”: la migliore alternativa al caffè, una bevanda calda che riscalda il cuore!

 

  • Cialde Dolce Gusto “Caffè Latte”: due in uno! Una cialda che al suo interno contiene il miglior caffè e il più buon latte per regalarvi una bevanda senza eguali!
  • Cialde Dolce Gusto “Cortado”: un perfetto caffè macchiato, tutto da gustare!

 

  • Cialde Dolce Gusto “Cappuccino”: la classica colazione italiana del bar approda nelle vostre case ed uffici! Lasciatevi coccolare da un cappuccino cremoso e dalla schiuma perfetta!

 

Insomma le possibilità di scelta sono molteplici, ora sta a voi decidere la bevanda che più appaga il vostro palato; nel caso in cui amate cambiare bevanda ogni giorno potrete sempre optare per il kit di degustazione al cui interno troverete un numero stabilito di cialde per i vari gusti disponibili!

 

biglietto-da-visita

Storia dei biglietti da visita: da Walt Disney a oggi

La nostra ricerca oggi si sposterà in un campo che non abbiamo mai trattato su questo portale ma che è davvero molto affascinante: l’ evoluzione dei biglietti da visita, passando dai più famosi all’odierna stampa digitale. Sembra strano che nell’era digitale vi siano ancora questi cartoncini rettangolari, eppure perdurano da secoli e non hanno intenzione di smettere di essere presenti nelle nostre vite. Vediamo dunque qual è la storia dei biglietti da visita in questo breve articolo.

Molti non sanno che il biglietto da visita ha origini antichissime, i primi ad introdurlo furono i cinesi, poiché era tradizione quando si faceva visita al Mandarino, presentare le proprie credenziali su un pezzetto di carta completo di nomi e titoli. L’invenzione ufficiale del biglietto da visita però viene attribuita alla Francia nel 1700 circa, e da allora l’evoluzione dei cartoncini rettangolari non si è più fermata. Walt Disney stesso agli inizi della sua carriera quando era ancora sconosciuto, era solito creare da sé il design particolare dei suoi, di cui avete un esempio nell’immagine di testata.

L’uso del biglietto da visita è diventato sempre più comune, soprattutto fra gli uomini d’affari ma anche fra la gente comune, in Giappone ad esempio non presentare un proprio biglietto da visita è considerato maleducazione poiché è uno dei primi gesti da compiere quando si incontra qualcuno per la prima volta.

L’arrivo del pc e dell’era digitale ha spostato questo fenomeno sul web, trasformando i biglietti da visita classici in un formato elettronico da inviare via mail o tramite messaggio sugli smartphone, ma nonostante questa digitalizzazione, la stampa dei biglietti da visita è ancora molto in voga, grazie a tipografie online come 4Graph.

Inutile dire che questi piccoli pezzi di carta sembrano destinati a perdurare ancora per molto tempo, nonostante l’evoluzione tecnologica. Vedremo dunque come la loro storia proseguirà.

tapis-roulant

Scegliere con criterio il tapis roulant giusto

Uno degli strumenti più diffusi in ambito casalingo per mantenersi in forma è il tapis roulant. Per i pochi che ancora non lo conoscono si tratta di uno strumento ginnico, molto usato nelle palestre per riscaldarsi, che permette all’utente di correre o camminare velocemente sul posto con vari gradi di pendenza e resistenza della superficie calpestabile a differenti velocità.

Per chi non ha tempo di uscire e andare a correre è sicuramente un buon aiuto, anche se ricordate che la corsa vera e propria darà sempre benefici maggiori. Ma questi strumenti hanno anche un certo costo a seconda delle caratteristiche e delle funzioni più o meno complesse di cui possono essere accessoriati. Ecco che scegliere con criterio diventa fondamentale per non buttare soldi in articoli troppo complicati ed inutili per i vostri allenamenti.

Una delle prime cose da tenere in considerazione è la misura della superficie calpestabile. Lo standard per legge è di 40x120mm, più piccolo potrebbe risultare scomodo e addirittura pericoloso perchè studi dimostrano che una superficie calpestabile inferiore tende a provocare molte più cadute ed infortuni. Scegliete sempre dunque minimo questa misura, poi a seconda del tipo di allenamento che andrete a fare, più o meno intensivo, potrete anche pensare di prendere un tapis roulant con dimensioni maggiori.

L’inclinazione elettrica che può raggiungere un tapis roulant è un altro fattore da non sottovalutare. Verificare che la pendenza dichiarata sulle caratteristiche sia quella effettivamente raggiunta, di media 10 o 15%, è importante poichè oltre a non prendere una fregatura, vi assicurerete un incremento nell’ intensità di allenamento senza aumentare la velocità.

I programmi di allenamento sono la terza cosa da osservare con attenzione. I migliori tapis roulant infatti presentano quasi sempre oltre ai programmi di allenamento preimpostati, la possibilità di crearne di personalizzati su misura di chi lo utilizza.

Un altra caratteristica importante per chi corre è il piano ammortizzato, componente fondamentale per ridurre l’impatto ed il carico di lavoro sulle articolazioni. I migliori riducono addirittura l’impatto del 30%.

Ultima cosa da tenere presente durante la scelta del tapis roulant è ovviamente la marca del produttore. Esistono ormai tantissime aziende che producono strumenti ginnici, ma una scelta ben oculata è importante. Ecco perchè è sempre meglio puntare su nomi noti ma che sopratutto siano presenti sul mercato da molto tempo.